Marco Bentivogli

Marco Bentivogli, già Segretario Generale Nazionale della FIM Cisl, categoria dei metalmeccanici, è oggi Coordinatore Nazionale di Base Italia.

Nella sua esperienza sindacale si è occupato di gran parte dei settori industriali metalmeccanici e, durante la crisi, di alcune delle vertenze più dure, in particolare Alcoa, Lucchini, Ilva, AST e Whirlpool-Indesit. Il 13 novembre 2014 viene eletto Segretario Generale. È stato confermato alla guida dei metalmeccanici Cisl il 9 giugno 2017. Autore di numerosi articoli e libri, è stato il primo sindacalista in Italia ad affrontare il tema dei cambiamenti nell’industria con l’avvento dell’Internet of Things e della digitalizzazione dell’economia e della società, di cui parla nel saggio #Sindacatofuturo in Industry4.0 (edizioni Adapt Press). Al centro delle sue riflessioni anche i “nuovi lavori” della sharing e Gig economy. Nel 2016 pubblica con Castelvecchi Abbiamo rovinato l’Italia? Perché non si può fare a meno del sindacato. Insieme all’ex Ministro Carlo Calenda lancia, il 12 gennaio 2018, un Piano industriale per l’Italia delle competenze (Piano Calenda-Bentivogli), con l’obiettivo di promuovere il rilancio del Paese con una strategia costruita su tre pilastri: Competenze, Impresa, Lavoro. Nel 2018, insieme a Massimo Chiriatti, pubblica l’articolo Blockchain Italia, manifesto per un nuovo bene pubblico digitale sulle opportunità e le applicazioni che la tecnologia blockchain può avere nel campo della rappresentanza e del lavoro. A gennaio 2019 viene selezionato come componente della commissione del Ministero dello Sviluppo Economico per l’elaborazione di una strategia nazionale sull’intelligenza artificiale. È autore di Contrordine Compagni, manuale di resistenza alla tecnofobia per la riscossa del lavoro e dell’Italia (Rizzoli, 2019).