Il caso TikTok

Il Garante per la protezione dei dati personali già a dicembre aveva contestato a Tik Tok una serie di violazioni: scarsa attenzione alla tutela dei minori; facilità con la quale è aggirabile il divieto, previsto dalla stessa piattaforma, di iscriversi per i minori sotto i 13 anni; poca trasparenza e chiarezza nelle informazioni rese agli utenti; uso di impostazioni predefinite non rispettose della privacy.

A seguito della morte di una bambina di 10 anni, il Garante ha disposto, con procedura d’urgenza, il blocco per gli account del social “per i quali non sia stata accertata con sicurezza l’età anagrafica”.

Come possiamo tutelare la nostra sicurezza e quella dei nostri figli sulle piattaforme social? Ne parliamo con Guido Scorza, componente del Garante.