Un New Deal Digitale: come impiegare al meglio la digitalizzazione al servizio delle nostre città

Il Digitale offre l’occasione per affrontare in modo efficace il futuro e le sue sfide globali e per raggiungere nel modo migliore obiettivi di benessere sociale, economico e ambientale nelle nostre città. Ciò che da tempo era già evidente agli esperti di settore e agli addetti ai lavori, oggi—mentre siamo chiamati a fronteggiare l’emergenza sanitaria e a misurarci con la nostra capacità di resilienza—è diventato chiaro per tutti.

Tuttavia, non ci si può aspettare che la tecnologia da sola ci porti verso un futuro sicuro. Le molteplici iniziative “smart city” realizzate nel nostro Paese hanno prodotto risultati diversi. L’approccio all’innovazione digitale delle città appare nel complesso il frutto di intuizioni e strategie territoriali. Manca una strategia unica e, complice una non omogenea diffusione di competenze che possano guidare la trasformazione digitale, il rischio è che le risorse a disposizione vengano disperse in soluzioni senza una logica di sistema, frammentate, non interoperabili, non riutilizzabili, non risolutive.

Si pone quindi un problema di coordinamento e pianificazione. Come possiamo rendere le esperienze maturate parte di una strategia? Probabilmente non può esserci una soluzione universale, valida per tutti, ogni comunità deve trovare la propria idea di futuro e nuovi metodi per coltivarne la speranza. Ma possiamo condividere una serie di principi che, insieme, possono dare forma in maniera compiuta ad una strategia nazionale a un New Deal Digitale italiano per guidare la convergenza tra esigenze individuali e collettive, nuove tecnologie e modelli di business, governance ed ecosistema.